Il Modern Vocal Institute nasce con l’esigenza di dare un supporto didattico qualitativo all’insegnamento del Canto Moderno. Si parte dall’alfabetizzazione anatomica, fonetica e logopedica per sviluppare un’adeguata consapevolezza delle medesime potenzialità d’impostazione, rivolta all’esigenza di chi si prefigge lo sviluppo della passione del canto in una possibile attività professionale.

Il metodo d’insegnamento si propone di costruire delle solide basi per la tecnica vocale e di mirare al professionismo stimolando e sviluppando la curiosità, la creatività, la ricerca del dettaglio, la pazienza per la minuzia, l’ascolto di sé stessi e del proprio strumento, l’autoanalisi e l’esplorazione totale delle proprie capacità.

Durante la ricerca della personalità dello studente nella musica, lo si spingerà sempre un passo oltre lo scontato, oltre quello che già conosce, oltre la ‘zona comfort’ e scoprirà un mondo di potenzialità che si credevano inesistenti, ma che in realtà avevano solo bisogno di essere trovate, esplorate e potenziate.

Questa premessa non vuole essere un limite allo sviluppo stilistico ma anzi un ulteriore supporto per l’allievo di essere in grado di sviluppare non solo un’eccellenza nel genere che predilige ma, attraverso gli aspetti tecnici e di interpretazione, cultura scenica e storica, una potenziale libertà di esprimere la propria passione e personalità sia dal punto di vista vocale sia appunto come performance scenica.

L’allievo acquisirà infatti una padronanza della voce come strumento ed anche una professionalità come musicista a 360 gradi.
Per diventare un cantante professionista infatti, lo studio della tecnica non basta. Diventa fondamentale includere nel percorso lo studio del repertorio, la pratica della musica d’insieme (Ensemble Development), l’Ear Training (modulo MTI), l’Armonia e la relativa applicazione al pianoforte o altro strumento armonico di supporto.

La ricerca scientifica tramite neuro-imaging infatti, conferma che l’addestramento musicale induce cambiamenti nel cervello come modificazione dei sistemi motori coinvolti nel canto, oppure nel suonare uno strumento; esso provoca inoltre anche cambiamenti nelle aree del sistema uditivo deputate a riconoscere le sottili variazioni anche di entità complesse come armonia, ritmo ed altre caratteristiche della struttura musicale.

Per tali ragioni, l’iter didattico si estende attraverso moduli complementari obbligatori o facoltativi e con stage periodici di specializzazione.

Il progetto didattico terminerà con un Diploma che attesterà le capacità raggiunte dall’allievo.

 

 

Modalità Corsi Long Distance

La modalità Long Distance è indicata a chi non ha la possibilità di frequentare i corsi in sede regolarmente per problemi di distanza. Verrà effettuata 1 lezione mensile in sede, corredate da 2 lezioni via Skype in modo da avere una guida costante dell’insegnante. Con questa modalità si possono effettuare sia i corsi Amatoriali che di Diploma.

 

Valentina Ranalli

Valentina Ranalli nasce a Napoli il 15 marzo del 1987. Si avvicina alla musica già da giovanissima.

All’età di 6 anni inizia lo studio del pianoforte classico e del solfeggio. A 14 anni inizia lo studio del canto che porterà avanti senza mai abbandonarlo.

Nel corso della sua formazione, Valentina studia canto lirico per circa 8 anni, musica moderna per circa 5 anni, musical, dizione e recitazione e infine, si avvicina al canto jazz, laureandosi al conservatorio di La Spezia per poi conseguire la Laurea Specialistica in Canto Jazz al Conservatorio Santa Cecilia di Roma con il massimo dei voti.

Continua a leggere la biografia