Il Corso di Basso Elettrico Modern Bass Institute nasce con l’obiettivo di mettere in condizione l’allievo di suonare a qualsiasi livello. A prescindere da qualsiasi vocazione professionale o inclinazione stilistica, gli allievi devono formarsi per essere pronti a qualsiasi palcoscenico.

Il corso ha dunque come filo conduttore la comprensione profonda del ruolo del bassista nelle sue molteplici forme espressive, partendo dallo sviluppo di solide capacità di accompagnamento e finendo con le interpretazioni solistiche più estreme del ruolo in qualsiasi genere musicale.


“Per me il basso elettrico è il cuore pulsante di un pezzo, l’essenza del ritmo, il posto da cui scaturisce ogni canzone”  (James Brown)

 

La particolare coesione fra gli elementi della Sezione Ritmica (in special modo Batteria) e Basso Elettrico è di enorme importanza, perché oltre a scandire l’esatta pulsazione ritmica di riferimento alla band è il vero “motore pulsante” del gruppo stesso. Il ruolo principale del Bassista, in qualsiasi genere musicale, è quello di scandire correttamente e con buon senso del tempo delle frasi musicali, per il supporto dell’intero materiale sonoro; è un compito di enorme responsabilità e deve esser svolto con la massima precisione.

Partendo dalle fondamentali articolazioni e impostazioni e proseguendo attraverso i 4 livelli di avanzamento del piano di studi di Diploma Nazionale, affiancando lo studio dei fondamenti della teoria applicata allo strumento, delle svariate tecniche, degli stili, dei generi musicali, dei bassisti che hanno lasciato il segno re-inventando l’approccio dello strumento stesso, si arriverà alla formazione completa di un musicista versatile, capace di destreggiarsi con naturalezza nei vari contesti professionali in cui la figura del bassista è pressoché fondamentale. Concerti, registrazioni di dischi, sessions in studio come turnista e sviluppo di progetti musicali di svariati stili e generi saranno ambiti tra cui passare attraverso lo sviluppo di solide basi di conoscenza teorico-pratica.

Il metodo è concentrato molto sulla pratica dello strumento, sulla ricerca costante del sound, sulla padronanza ritmica e armonica in cui ci saranno tutte le nozioni utili per l’analisi teorico-musicale e per lo studio tecnico, d’impostazione e di visualizzazione dello strumento. Le varie tecniche analizzate, anche grazie a numerosi esercizi e schemi, permetteranno di raggiungere un’ottimale conoscenza tecnico — stilistica del Basso Elettrico.

Le lezioni sono pensate su un programma ufficiale, ma saranno sviluppate principalmente SULL’ALLIEVO, permettendo di sviluppare una personale impronta stilistica senza disdegnare una padronanza efficace di tutti i generi. L’approccio sarà quindi a 360° cercando di rendere il percorso divertente e dinamico, familiarizzando con l’utilizzo di partiture, tablature, ma anche video, registrazioni in tempo reale.
Accanto al modulo individuale di strumento di un’ora settimanale si affianca, dopo l’apprendimento di un bagaglio minimo, anche un approfondimento specifico laboratoriale, una lezione mensile speciale denominata Groove Box, un momento nel quale gli allievi del corso vengono messi a confronto con la classe di batteria della scuola al fine di sviluppare le principali attitudini ritmiche e di relazione che costituiscono il motore di una band.

Infine il corso prevede anche fasi sviluppo della creatività, a partire dall’esperienza di cantautore del nostro insegnante, in modo da far sì che l’allievo possa avere conoscenze approfondite per sviluppare la creatività ed essere in grado di realizzare le proprie idee musicali.

 

 

Modalità Corsi Long Distance

La modalità Long Distance è indicata a chi non ha la possibilità di frequentare i corsi in sede regolarmente per problemi di distanza. Verrà effettuata 1 lezione mensile in sede, corredate da 2 lezioni via Skype in modo da avere una guida costante dell’insegnante. Con questa modalità si possono effettuare sia i corsi Amatoriali che di Diploma.

 

Enzo Fiorentino

A nove anni comincia il suo viaggio con il Basso elettrico. Studia con Sergio Fusaro, Pippo Matino, frequenta stages con Paolo Costa, Saturnino e Alain Caron.

Nel frattempo si avvicina alla composizione, fondando insieme ad Alessandro Aulisio, il gruppo Pop/funk “Callisto”. Scrive insieme agli altri componenti della band pezzi inediti arrivando, dopo aver frequentato per tre anni l’Accademia del Festival di Sanremo sul palco dell’Ariston per delle prime serate trasmesse su RAI1.

Continua a leggere la biografia